VERDEVALE informa: Le aiuole di Torino

Martedì scorso nella nostra rubrica “VERDEVALE informa”, abbiamo affrontato le conseguenze dettate dalle piogge eccessive e dalla permeabilità dei terreni in città. Oggi, vorremmo presentarvi un esempio virtuoso realizzato dal comune di Torino, per l’iniziativa “VerdeCittà”.

Il progetto Rain Garden, prevedeva la creazione di un modello urbano basato su aiuole permeabili che fossero in grado di assorbire e stoccare l’eccesso di acqua dato dalle precipitazioni eccessive, aiutando così il sistema di smaltimento urbano. 

Sono state quindi create due tipologie di aiuole: verticali ed orizzontali. Le prime, andavano a ricostruire un sistema di decantazione, che ripristinava la continuità dei flussi idrici dalla superficie al suolo. Le seconde invece, finalizzate ad accumulare più acqua possibile e ritardare il deflusso.

La sfida consisteva nel trovare delle piante che sopportassero delle situazioni estreme: l’allagamento delle aiuole da una parte, la siccità derivante dalle varie stratigrafie drenanti dall’altra. Per queste ragioni sono state scelte delle specie erbacee aromatiche, come ad esempio l’origano, la salvia ed il timo, resilienti al cambiamento climatico con particolare tolleranza ai fenomeni di siccità e ai terreni poveri. 

E voi conoscete altri metodi o piante che potrebbero aiutare ad affrontare in modo efficace questo problema? Scrivetecelo nei commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.